Vietato l’ingresso

Come viaggiare in aereo con un cappello? Come sbarazzarsi del cappotto in un locale sprovvisto di appendiabiti? Come convincere il guardiano dell’ordine impegnato a perquisirvi all’entrata di un museo o di un aeroporto che le barrette da colletto di Brooks Brother’s non sono lame di rasoio? A queste ed altre futilissime questioni dovrebbe essere dedicato un manuale pratico dell’uomo elegante di oggi. Perché la società, in nome di un’invenzione settecentesca chiamata “progresso”, “evolve” secondo ritmi “democratici” – in altre parole, cambia e si adatta ai bisogni del mercato.

Leggi di più
• • •

Il gagà, saggio sull’abuso dell’eleganza

E’ finalmente uscito “Il gagà, saggio sull’abuso dell’eleganza”, un saggio dedicato alla storica figura del gagà, “cugino di campagna del dandy”…

Chi è il gagà? Che cosa fa il gagà? Tutti ne parlano, tutti ne hanno visto almeno uno, una volta. C’è chi ha uno zio celibe e sempre troppo elegante che in famiglia tutti chiamano gagà, o c’è chi si ricorda del nonno, sposatosi ben sei volte volte, con la sua tremenda collezione di cravatte dipinte a mano…

Leggi di più
• • •

Introduzione a “Il dandy e il blu” di Ivano Comi

Gentili lettori,
da qualche anno ricevo domande sul come e dove procurarsi alcuni dei miei testi, specialmente quelli pubblicati anni fa con Ivano Comi, autore tanto segreto quanto prezioso di libri oramai quasi introvabili. Facendo le debite ricerche in Internet è possibile procurarsene ancora molti, di quei testi, che furono stampati in un numero spesso assai limitato di esemplari.

Leggi di più
• • •

Dandy Moderni

Dandy moderni e altri scritti sull’eleganza” è un libro raro e prezioso.

Leggi di più
• • •

Introduzione a “Universo Figurato di un Dandy”

Che cos’è il dandy? Come definire, ai giorni nostri, questa parole che non è più che un suono? Come rendere chiaro, alla luce della nuova società dei consumi che man mano si sta affermando, il significato di un termine che non designa che uno sfrontato accento, una linea d’ombra, una sorta di sottile confine tra sfacciata eccentricità e irreprensibile regola monastica? In che modo far comprendere ciò che separa il dandy dallo snob – sua invereconda imitazione – o dal bohémien – suo spregiudicato cugino?

Leggi di più
• • •